mercoledì 17 settembre 2014

I PORTONI BREDA PROTAGONISTI ALLA FIERA MILLENARIA DI GONZAGA (MANTOVA)

Presenza di spicco per il marchio leader, assieme al concessionario di zona
Alla più antica e importante esposizione campionaria del mantovano, le chiusure dell'azienda friulana hanno spiccato per imponenza e funzionalità. Per l'occasione, il rivenditore De Biasi Automatismi ha presentato in anteprima lo speciale furgone attrezzato, vero e proprio stand itinerante

SEQUALS (Pordenone) 17 SETTEMBRE 2014 – Dal 6 al 14 settembre 2014, i portoni Breda, marchio italiano leader nella produzione di chiusure per residenze e industrie, sono stati protagonisti della Fiera Millenaria di Gonzaga (Mantova). La presenza a questa manifestazione, che è la più antica e importante in tutto il territorio mantovano - è stata organizzata dal concessionario Breda De Biasi Automatismi di Bancole di Porto Mantovano che partecipa all'esposizione da più di quindici anni diventando uno tra i protagonisti più attesi, grazie all’esposizione di prodotti ricca e curata; basti pensare al modello di portone sezionale Breda, Ares di colore bianco che con le sue imponenti dimensioni di 4,5x2,5 metri e con la sua estetica raffinata ha affascinato e attratto i tanti visitatori. 

Non solo. Quest’anno, alla fiera, De Biasi Automatismi ha introdotto un’importante novità nell’esposizione, proponendo in anteprima lo speciale furgone attrezzato: un vero e proprio stand itinerante che l’azienda utilizzerà per divulgare la conoscenza dei prodotti Breda su tutto il territorio mantovano. Riadattato completamente nelle officine di De Biasi Automatismi, il furgone presenta due portoni sezionali Breda motorizzati e perfettamente funzionanti. In questo modo, per le strade del territorio, tutti potranno vedere con i propri occhi la funzionalità e la bellezza dei prodotti Breda ed ottenere subito le informazioni per la scelta di una nuova chiusura che, ricordiamo, grazie alla maestria di De Biasi Automatismi potrà essere installata in una sola giornata di lavoro.


CHI È BREDA SISTEMI INDUSTRIALI
Breda Sistemi Industriali, realtà operante nel settore dell’edilizia residenziale e industriale con sede a Sequals in provincia di Pordenone, è tra le prime aziende a livello europeo nella produzione di portoni sezionali, prodotto estremamente funzionale che si distingue dal tradizionale portone basculante. La società friulana può fregiarsi di essere stata la prima ad introdurre sul mercato italiano questo prodotto nel 1986, anno della sua fondazione. La svolta avviene grazie a una serie di importanti investimenti che le consentono di dotarsi di macchinari per l’avvio di un ciclo produttivo completo. Breda Sistemi Industriali oggi è l’indiscusso punto di riferimento del settore a livello nazionale che rappresenta la quota preponderante del fatturato complessivo. Significativa e in costante crescita la quota export nei mercati europei di Austria, Germania, Slovacchia, così come in Turchia, India e Brasile: aree queste ultime, in forte espansione grazie a una richiesta di qualità e di design italiano che Breda soddisfa con competenza e servizio. Per quanto concerne la suddivisione del fatturato per nicchia di mercato, il settore residenziale, rivolto ai privati, rappresenta il 70 per cento del valore totale, mentre il restante 30 per cento va ascritto al settore industriale. Breda Sistemi Industriali, i cui stabilimenti si estendono su una superficie complessiva pari a circa 60mila mq, di cui 16mila coperti, conta in totale 170 dipendenti, 140 nel reparto produttivo e circa trenta nell’area impiegatizia.

Per maggiori informazioni sui prodotti Breda, visitate il sito www.bredasys.com

Breda Sistemi Industriali S.p.A. - Portoni Sezionali Evoluti
Via Cecilia Danieli, 2 33090 Sequals - PORDENONE
Tel. +39 0427.939311
Fax. +39 0427.939321
Email breda@bredasys.com
Web www.bredasys.com

Ufficio Stampa - Carter&Bennett
pr@carterandbennett.com + 39 0432.1746101
Laura Menis
menis@carterandbennett.com +39 340.5880897
Francesca Marchesi
marchesi@carterandbennett.com +39 338.2723260


Posta un commento